LEP Associazione Radicale Libertà è Partecipazione RADICALI GENOVA RADICALI SAVONA RADICALI LIGURIA LEP Associazione Radicale Libertà è Partecipazione RADICALI GENOVA RADICALI SAVONA RADICALI LIGURIA radicalilep | LEP Associazione Radicale Libertà è Partecipazione | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

  radicalilep [ Associazione Radicale Libertà è Partecipazione di Genova e Savona LEP ]
         


11 febbraio 2013

OGGI IL DIVINO INCONTRA SILVIO BERLUSCONI

PROSSIMA EPIFANIA DIVINA,DOPO ROMA E MILANO:
DOMANI,MARTEDI' DODICI FEBBRAIO 2013,SAN REMO,MORGANA (a pochi metri dal treatro Ariston).CENA DI GALA PER I VIP:ORE VENTI E TRENTA.

Oggetto: OGGI IL DIVINOI INCONTRA BERLUSCONI--- Domanda a Berlusconi


--- Lun 11/2/13, giorno da pecora <ungiornodapecora@gmail.com>ha scritto:

Da: giorno da pecora <ungiornodapecora@gmail.com>
Oggetto: Domanda a Berlusconi
A: "Divino Otelma" <info@divinotelma.com>, "eva peres" <evaperes@yahoo.it>
Data: Lunedì 11 febbraio 2013, 12:24

Buongiorno Divino
la domanda a Berlusconi è:

 
...OMISSIS...SECRETATA...

 
Salutiamo cordialmente

 
Laura

 
-- 
"Un giorno da pecora" di Claudio Sabelli Fioretti e Giorgio Lauro
In onda dal lunedì al venerdì su Rai Radio2
Tel.  +39/06-36.86.63.38
 
Web: www.ungiornodapecora.rai.it
Twitter: 1giornodapecora
Facebook: http://www.facebook.com/ungiornodapecora
 
Se volete scriverci il nostro recapito postale è:
Redazione "Un giorno da pecora"  
c/o Cecilia Di Gennaro, Radio 2
via Asiago 10, 00195 Roma




5 febbraio 2013

LA LEP AL FIANCO DEI RADICALI CHE CHIEDONO DEMOCRAZIA INTERNA

-- Mar 5/2/13, marco belelli  ha scritto:
 


Da: marco belelli
Oggetto: LEONARDO E STEFANO HANNO RAGIONE MA... [Y!G radicali-piemonte] Prepotente urgenza di rinnovamento in casa Radicale / Lettera aperta ai dirigenti e ai militanti radicali
A: radicalilep@yahoo.it
Data: Martedì 5 febbraio 2013, 14:21



--- Mar 5/2/13, marco belelli  ha scritto:

Da: marco belelli
Oggetto: LEONARDO E STEFANO HANNO RAGIONE MA... [Y!G radicali-piemonte] Prepotente urgenza di rinnovamento in casa Radicale / Lettera aperta ai dirigenti e ai militanti radicali
A: radicali-piemonte@yahoogroups.com, martini@radioradicale.it, "RADIO" , riccardomacchioni@gmail.com, lorenzo.lipparini@gmail.com, simone.camuncoli@gmail.com
Cc: radicalilep@yahoo.it, radicali-liguria@yahoogroups.com, rientrodolce@yahoogroups.com, "Claudia Sterzi" , "NESSUNO TOCCHI CAINO SERGIO D'ELIA" , sergio.rovasio@gmail.com, m.pannella@radicali.it, "paolo musumeci" , "Bruno Mellano" , gianni-colacione@fastwebnet.it, michelecapano@hotmail.com, riccardocristiano78@gmail.com, "NICOLINO RADICALI TOSONI" , "radicali" , "Silvio.viale"
Data: Martedì 5 febbraio 2013, 13:49

Cari Leonardo e Stefano !
Comprendo la vostra delusione ed amarezza:si tratta di sentimenti condivisi dalla stragrande parte dei radicali italiani e di cui si è fatta interprete la mozione particolare RIFLETTERE PER RISORGERE sottoscritta da undici membri del Comitato Nazionale (e non ammessa al voto).
Ma -ammessa o meno- quanto dice la mozione è esattamente quanto pensano i radicali d'Italia anche se non tutti-per ora-ritengono di doversi esporre.
Vi invito a leggerla attentamente e diffonderla:tra gli altri,è stata anche sottoscritta dal carissimo Bruno Martellone (non a caso subito dopo avvicinato dal causidico Staderini).
Orbene,cari ragazzi,pur comprendendo la vostra legittima indignazione,vi invito caldamente a restare tra i RADICALI ITALIANI per contribuire efficacemente alla sua rinascita su basi democratiche,sconfiggendo le forze dispotiche ed intolleranti,limando le unghie al gruppo oligarchico auto-referenziale e fallimentare.
Restando e combattendo per la Libertà e la Democrazia interne,farete cosa buona e giusta...e intelligente.
Vi porto anche il saluto della Associazione Martire LEP che conosce bene le astuzie e capacità manovriere del tandem puparesco De Lucia-Staderini.
Restate !
Se lo chiederete,potrete sempre contare su me e su tanti radicali...la maggioranza...che la pensano come Voi,come Silvio Viale e Lorenzo Lipparini- immagino- e come me.
Tante cose belle.

Dottor Marco Belelli
Segretario LEP
Membro del Comitato Nazionale
Primo firmatario della mozione particolare RIFLETTERE PER RISORGERE
marcobelelli@yahoo.it
radicalilep@yahoo.it
T.3386466364 o 3484450555
BLOG UFFICIALE LEP: http://radicalilep.ilcannocchiale.it/ 

Postilla:anche se Marco Belelli non condivide nella forma e nella sostanza la avventurosa iniziativa intrapresa dal gruppo oligarchico autoreferenziale caudatario,resta comunque confermata -come sempre nel passato- la disponibilità del DIVINO OTELMA ad appoggiare i radicali candidati ovunque essi siano.


--- Mar 5/2/13, Silvio Viale  ha scritto:

Da: Silvio Viale
Oggetto: [Y!G radicali-piemonte] Prepotente urgenza di rinnovamento in casa Radicale / Lettera aperta ai dirigenti e ai militanti radicali
A: radicali-piemonte@yahoogroups.com
Data: Martedì 5 febbraio 2013, 12:32


 

Prepotente urgenza di rinnovamento in casa Radicale / Lettera aperta ai dirigenti e ai militanti radicali

 

Al Presidente del Comitato Nazionale
A Mario Staderini, Segretario di Radicali Italiani
A Michele De Lucia, Tesoriere di Radicali Italiani
A Silvio Viale, Presidente di Radicali Italiani
A tutte le compagne e i compagni radicali

 
Care compagne e cari compagni,

 
 
abbiamo deciso di non rinnovare l'iscrizione a Radicali Italiani. Abbiamo volutamente scelto di scrivere e spedire questa lettera in seguito allo scadere del termine per la presentazione delle liste elettorali, non avendo alcuna intenzione di influenzare la raccolta firme di tutti quei compagni radicali impegnati sul territorio per garantire la presenza della Lista Amnistia, Giustizia, Libertà.

 
Vorremmo fosse fin d'ora chiaro che la nostra decisione di non iscriverci a Radicali Italiani non è un atto di abbandono, non ci sono in noi né animo né intenzioni distruttive, bensì speriamo con questo nostro mancato rinnovo di portare l'attenzione su temi a nostro avviso centrali per la vita futura del partito e del patrimonio di idee che esso custodisce.

 
Ci siamo avvicinati a questo movimento per motivi diversi, attirati dalle sue battaglie di libertà, spesso condotte in solitaria e nel silenzio dei media, volte a rendere l'Italia uno stato di diritto, in grado innanzitutto di rispettare le stesse regole che si è data, prima ancora che rispettare gli impegni internazionali che ha sottoscritto.Abbiamo condiviso e continuiamo a condividere le campagne contro il sistema partitocratico, per una riforma elettorale uninominale che possa mettere al centro la persona, che costringa i candidati ad esporsi anche su quegli argomenti scomodi che in Italia solo i Radicali hanno avuto il coraggio di portare avanti. Continuiamo a sentire la necessità di una vera riforma della giustizia, perché se non c'è giustizia non c'è diritto e se non ci sono i diritti, non c'è e mai ci potrà essere la libertà. Abbiamo auspicato anche per il nostro paese una svolta in senso liberale, un mercato del lavoro in grado di far emergere i più meritevoli, un sistema di ammortizzatori sociali universale, un'università di eccellenza che attragga studenti da tutto il mondo, più diritti ai cittadini-consumatori e meno alle corporazioni, che siano queste di notai, farmacisti, avvocati o tassisti. Potremmo andare avanti a lungo, finiremmo a ritrovarci d'accordo su tutto, o quasi.

 
Ciò che non condividiamo però è la gestione di questo movimento, sempre più distante dai suoi iscritti, sempre più sorda alle proposte che ne vorrebbero un cambiamento. Una gestione macchinosa, artificiosa, per alcuni versi volutamente incapibile. Una galassia radicale che assomiglia sempre più ad un buco nero, divisa in numerose sigle, che ci rendono sempre più irriconoscibili ai cittadini, in particolar modo al momento del voto. Su questo credo si debba fare chiarezza, siamo o non siamo un partito? A nostro avviso inutile sarebbe negarlo, avremo certo le nostre peculiarità, il principio della doppia tessera su tutti, ma non possiamo certo negare che i Radicali siano un soggetto elettorale riconosciuto e rispettato a livello nazionale e non solo.

 
Dal 2009 abbiamo dovuto assistere all'uscita dei radicali dal parlamento europeo dopo una presenza
trentennale, la sconfitta alle regionali e ora ci prepariamo a vedere anche l'esclusione dal parlamento
nazionale. Di spiegazioni a questi insuccessi ne abbiamo sentite di ogni tipo, quasi sempre il riferimento è stato al regime partitocratico. Sciocco sarebbe negare che il sistema italiano rende tremendamente duro operare in un contesto di illegalità così diffusa come quella in cui viviamo, ma una cosa sorprende: non abbiamo mai sentito un singolo dirigente radicale assumersi la responsabilità di un insuccesso politico-elettorale.

 
A dire il vero, non sapremmo neanche bene da chi aspettarci una tale presa di responsabilità.
Diciamo ciò perché non ci è ben chiaro chi sia realmente il responsabile della linea politica di questa movimento inteso in senso lato. Una cosa però è certa, le nostre istanze, le nostre campagne, i risultato ottenuti in questi anni vittorie hanno dimostrato che c'è spazio, ma soprattutto bisogno dei radicali. Serve però un progetto, qualcosa di duraturo in grado di porsi ai cittadini come punto di riferimento per coloro che auspicano come noi lo smantellamento dell'illegalità italiana. Per fare ciò bisogna innanzitutto iniziare a fare chiarezza a "casa nostra". Poniamo quindi fine una volta per tutte all'insensata divisione tra il movimento politico, Radicali Italiani, e il soggetto elettorale, la Lista Pannella.E' intollerabile che quest'ultima rappresenti il soggetto elettorale di tutti i Radicali, una lista antidemocratica perché non se ne conoscono i soci e i rappresentanti, una lista che incassa il finanziamento pubblico, ma che non rende trasparente l'ammontare di tali somme e il come vengano poi effettivamente spese.

 
Occorre un movimento stabile e facilmente identificabile ai cittadini, un movimento che sia
realmente in grado di "assicurare la libertà" (così scrive Radicali italiani nelle sue lettere volte a raccogliere l'autofinanziamento) di coloro che si iscrivono al movimento. Iscriversi oggi a Radicali Italiani nella speranza di vedere la propria libertà garantita alla quota di 200 euro è un non senso, per il semplice fatto che Radicali Italiani è un movimento politico che rinuncia per statuto ad andare ad elezioni, come dovrebbe fare il suddetto ad incidere in un qualunque modo all'interno della politica italiana?

 
Luigi Einaudi diceva di non temere le lotte e le discussioni, bensì l'ignava concordia e l'unanimità dei consensi. Da militanti ci ha spaventato il lungo silenzio della dirigenza radicale durante questo interminabile e imperscrutabile processo di formazione della Lista di scopo Amnistia, Giustizia, Libertà. Ricordiamo lo stupore con il quale il tema elettorale venne trattato durante il nostro ultimo congresso, si disse che non c'erano i mezzi, le risorse, le condizioni per anche solo ipotizzare di candidarci. Nel giro di poche settimane si è passati dalla scelta di non candidarci, a quella di candidarci con la Rosa nel Pugno, all'appello alle personalità per delle liste di scopo non radicali, fino ad arrivare a delle liste di scopo senza personalità ma con dei radicali graditi. Diciamo graditi senza la minima volontà di offendere tutti coloro che fanno parte delle liste che si presenteranno alle prossime elezioni, ma va riconosciuto che coloro che hanno avuto il coraggio di denunciare questo processo decisionale sono stati di fatto tagliati fuori da ogni consultazione in vista delle elezioni.

E' successo a Verona dove è bastato che il segretario, Leonardo Johnson Scandola, annunciasse pubblicamente lasua personale volontà di non partecipare alla raccolta firme per escludere di fatto l'associazione veronese dall'appuntamento elettorale.

 
E' successo ai compagni di Veneto Radicale che, attraverso il Segretario Bruno Martellone, hanno
chiesto spiegazioni per l'estremo ritardo con il quale le liste sono state compilate, chiedendo la convocazione di un comitato straordinario che desse un briciolo di possibilità di partecipazione agli iscritti radicali.

 
Al loro posto le candidature un po' improvvisate di coloro che, seppur non radicali, potevano però tornare utili nel processo di raccolta firme. Nessuna risposta è mai arrivata, né a loro né e a tutti gli altri che su internet, nei vari social network, nelle mailing list hanno preteso di capire, di sapere, che magari si sono pure permessi di criticare. Nessun tentativo di capire, di risolvere, di trovare una via condivisa. Si è scansato il problema, nella convinzione che i "radicali storici", quelli che sono sempre d'accordo, avrebbero dimostrato che la macchina funziona ancora. Per un movimento che si definisce innanzitutto nonviolento, consideriamo questa gestione non solo dannosa perché escludendo il dialogo incentiva (a detta stessa dei suoi dirigenti) ad abbandonare il movimento, ma anche contraddittoria perché il silenzio, la censura, l'esclusione sono tipici strumenti di violenza e chi guida questo movimento da radicale dovrebbe saperlo bene.

 
Parlare di scissione o divisioni non ha oggi alcun senso, non è certo spezzettandoci che troveremo la quadratura del cerchio. All'interno di questo movimento convivono personalità che hanno contribuito ad innovare e cambiare la storia di questo paese e non solo, separarci da esse sarebbe un gesto di pura follia. Tuttavia, proprio perché riteniamo la nonviolenza il criterio di fondo per la ricerca della Verità, invitiamo questo movimento a rinascere, affidandosi innanzitutto alla partecipazione, al dialogo, alla condivisione delle scelte e dei progetti. Gandhi suggeriva di "essere il cambiamento che si vuol vedere nel mondo", il nostro Segretario Demba Traoré, durante la sua visita al Comitato Nazionale ci chiese un esame di coscienza: ci chiese se secondo noi apparissimo ancora, agli occhi dei cittadini, come portatori di Verità.Oggi vorremmo invitare voi tutti a rifletterci.

 
Speriamo che avrete il coraggio di accettare questa sfida oggi e di non voler scelleratamente attendere il giorno in cui non ci sarà più quel qualcuno a mantenerci uniti. Quel giorno dovremo farci trovare pronti, progettare oggi per il domani rappresenterebbe un atto di responsabilità, verso chi c'è stato, verso chi c'è ancora ma soprattutto per chi non c'è mai stato.

 
Un caloroso abbraccio,
A presto

 
Leonardo Johnson Scandola – Segretario dimissionario di Radicali Verona
Stefano Gasparato – Tesoriere dimissionario di Radicali Verona
 




8 gennaio 2013

I RADICALI VERSO LE ELEZIONI:LE SCELTE DELLA LEP

  1. Associazione Radicale Libertà è Partecipazione di Genova e Savona LEP

    Genova,8 gennaio 2013

    Comunicato stampa

     La Giunta di Segreteria.riunitasi in data odierna a Palazzo Tursi- ha ascoltato le relazioni del Segretario Politico -Dottor Marco Belelli- e del Tesoriere- Giovanni Cattaneo- circa la vicenda elettorale in corso e le iniziative assumende.Una attenta analisi è stata particolarmente rivolta alla situazione di disagio crescente in area radicale e negli interventi dei partecipanti è emersa la preoccupazione circa lo scollamento tra la base e il vertice romano:scollamento che nasce da un deficit di partecipazione.Il Segretario ha valutato con attenzione l'iniziativa lodevole di Marco Pannella pur osservando che si tratta di iniziativa individuale,non coinvolgente - di per sé- l'area radicale tutta.La LEP esorta i cittadini ad appoggiare -con le firme e i voti- tutte le iniziative che si muovano nel solco della tradizione progressista,laica e riformatrice,con speciale evidenza per la lotta alla Casta,la immonda legge elettorale liberticida,la situazione carceraria,i diritti delle minoranze perseguitate (gay,culti alternativi,condizione femminile,ecc.).
    Va certamente compiuto ogni sforzo per assicurare una presenza qualificata dell'area radicale,anche nelle sedi istituzionali:si tratta di garantire il lievito qualificante ed ineliminabile della Democrazia conculcata.
    Info:3386466364 o 3484450555
    radicalilep@yahoo.it
    marcobelelli@yahoo.it
    http://radicalilep.ilcannocchiale.it/Visualizza altro
     

 




permalink | inviato da radicalilep il 8/1/2013 alle 19:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



1 gennaio 2013

AUGURI 2013 DALLA LEP.

Associazione Radicale Libertà è Partecipazione di Genova e Savona LEP

Genova,31 dicembre 2012

AUGURI !


LA LEP AUGURA AI RADICALI ISCRITTI E SIMPATIZZANTI,E A TUTTE LE DONNE E GLI UOMINI DI BUONA VOLONTA',UN PROSPERO ANNO NOVELLO !

Il Segretario
Dottor Marco Belelli
Il Tesoriere
Giovanni Cattaneo
Il Vice-Segretario
Paolo Albertelli

radicalilepàyahoo.it

http://radicalilep.ilcannocchiale.it/




17 dicembre 2012

I RISULTATI DEL CONGRESSO RADICALE DI GENOVA:SABATO 15 DICEMBRE 2012

Oggetto: I RISULTATI DEL CONGRESSO RADICALE DI GENOVA
A: "ANSA UFF CENTRALE" <ufficiocentrale@ansa.it>, ansa.genova@ansanet.it, 


--- Dom <radicalilep@yahoo.it> ha scritto:

Da:  <radicalilep@yahoo.it>
Oggetto: I RISULTATI DEL CONGRESSO RADICALE DI GENOVA

Data: Domenica 16 dicembre 2012, 12:09

Associazione Radicale Libertà è Partecipazione di Genova e Savona LEP

Genova,16 dicembre 2012

Comunicato stampa

Si è svolto ieri il Congresso annuale della Associazione Radicale LEP -la più antica e prestigiosa  Associazione Radicale in terra ligure- nei locali del ristorante "Domenico" di piazza San Leonardo,in Genova.
L'Assemblea ha ascoltato le relazioni introduttive svolte dal Segretario - Dottor Marco Belelli- membro del Comitato Nazionale di Radicali Italiani- e dal Tesoriere- Giovanni Cattaneo- e le ha approvate alla unanimità.
Al successivi dibattito hanno preso parte numerosi iscritti che hanno manifestato l'intendimento di procedere verso iniziative acconcie,volte al potenziamento degli spazi associativi e al coinvolgimento di altre realtà sociali  sensibili ai temi prioritari dell'ambiente,del lavoro,dei diritti,della difesa della democrazia minacciata.
In particolare,il Congresso ha espresso l'apprezzamento per le iniziative intraprese in vista della imminente competizione elettorale che vedrà -come sempre- la LEP protagonista consapevole della gravità dell'ora.
I contatti colle altre forze  politiche -già in atto- saranno ulteriormente sviluppati e la bussola sarà il supremo interesse della Nazione e la difesa streana degli equilibri democratici ed istituzionali.
Al termine si à proceduto al rinnovo degli incarichi associativi e sono risultati eletti all'incarico di Segretario -il dottor Marco Belelli- e di Tesoriere- Giovanni Cattaneo.
Il Segretario ha nominato la nuova Giunta che risulta così formata: Paolo Albertelli,Vice-Segretario.
Componenti:Giovanni Lucerna,Natalia Porada,Francesco Mancuso,Aldo Ciarallo,Angela Giglio,Umberto Froncillo,Francesca Pira,Ornella Trentin,Marco Pepè.
Alle ore diciannove e trenta i lavori sono stati chiusi.
E' seguita una cena sociale colla partecipazione di cinquantadue iscritti e simpatizzanti.
A cotesta ha preso anche parte -gradito ospite- il Segretario della Associazione Radicale di Modena,il dinamico Riccardo Macchioni,il vice-Presidente dell'Arci Gay di Genova,Santo Balastro e il Presidente del Circolo Calogero ed Aldo Capitini,Luigi Fasce.

Info:3386466364 oppure 3484450555
radicalilep@yahoo.it 

 




permalink | inviato da radicalilep il 17/12/2012 alle 13:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



17 novembre 2011

CONVEGNO NAZIONALE E TRASVERSALE PROMOSSO DALLA ASSOCIAZIONE RADICALE LEP DI GENOVA E SAVONA

ANCHE LA RAI RIPRENDE L'EVENTO POLITICO, MEDIATICO E CULTURALE DELL'ANNO:
IL CONVEGNO NAZIONALE E TRASVERSALE PROMOSSO DALLA ASSOCIAZIONE RADICALE LEP DI GENOVA E SAVONA E PRESIEDUTO DAL SEGRETARIO: DOTTOR AMLETO MARCO BELELLI.
Genova, Domenica 8 Maggio 2011, Gran Hotel Bristol Palace.
 
La più grande manifestazione di area radicale in Liguria da decenni!
Il successo a tutto tondo dei radicali veraci!

Per vederla clicca quici: VIDEO

 




permalink | inviato da radicalilep il 17/11/2011 alle 15:20 | Versione per la stampa



27 ottobre 2011

I RADICALI SONO TORNATI !

SINTESI FILMATA DEL TRIONFALE CONVEGNO NAZIONALE SVOLTOSI PER INIZIATIVA DELLA ASSOCIAZIONE RADICALE LEP DI GENOVA E SAVONA, LA PIU' PRESTIGIOSA ED ANTICA ASSOCIAZIONE RADICALE DELLA LIGURIA E PRESIEDUTO DAL SEGRETARIO:DOTTOR MARCO BELELLI.

DOMENICA 8 MAGGIO 2011,GENOVA,GRAND HOTEL BRISTOL PALACE,VIA XX SETTEMBRE 35.

L'EVENTO CULTURALE,MEDIATICO E POLITICO DELL'ANNO!

IL TRIONFO DEI RADICALI E DELLA LEP IN TERRA LIGURE...E NON SOLO!


Per vederla clicca quici: VIDEO






6 giugno 2011

I RADICALI E IL REFERENDUM.

 

Associazione Radicale Libertà è Partecipazione di Genova e Savona LEP

 

Genova,4 Giugno 2011

 

Comunicato stampa

 

 

I RADICALI PER IL VOTO,LA SALUTE E LA GIUSTIZIA

 

La Assemblea  della Associazione Radicale LEP -riunitasi ieri a Palazzo Tursi- ha ascoltato una relazione del Segretario politico,Dottor Marco Belelli,al riguardo le tematiche referendarie e,dopo ampio dibattito cui hanno preso parte numerosi iscritti (tra i quali Umberto Froncillo,Natalia Porada,Giovanni Lucerna,Giovanni Cattaneo,Paolo Albertelli) ha approvato alla unanimità il seguente ODG presentato dal Segretario:

 

I RADICALI DI GENOVA E SAVONA ADERENTI ALLA ASSOCIAZIONE RADICALE LEP

INVITANO I CITTADINI A PARTECIPARE COMPATTI AL VOTO REFERENDARIO ED APPROVARE QUANTO RITENUTO COMPATIBILE COI PROPRI IDEALI DI GIUSTIZIA E DI PROGRESSO. 

L'ACQUA,LA SALUTE,L'INTEGRITA' FISICA,L'ETICITA' NELLA VITA PUBBLICA SONO CERTAMENTE VALORI PRIMARI E VANNO TUTELATI CON OGNI MEZZO AFFINCHE' NON TRIONFI LA LEGGE DELLA GIUNGLA E GLI INTERESSI DEI PIU' FORTI.

ANDARE A VOTARE E' DI FONDAMENTALE RILEVANZA AL FINE DI TUTELARE LA DEMOCRAZIA MINACCIATA E LO STESSO ISTITUTO REFERENDARIO.

 

Per eventuali ulteriori informazioni:

 

Mail: radicalilep@yahoo.it

 

Blog:http://radicalilep.ilcannocchiale.it/

 

T. 3386466364 o 3484450555




22 maggio 2011

DOPO IL TRIONFALE CONVEGNO NAZIONALE DI GENOVA:IL PUNTO SULLA SITUAZIONE.

 
Associazione Radicale Libertà è Partecipazione di Genova e Savona LEP
 
Il Segretario
 
Genova,14 Maggio 2011
 
Alla cortese attenzione degli iscritti,simpatizzanti et similia e di altri interessati.
 
Ola!
1/Desidero ringrziare ancora una volta -a nome della LEP- tutti coloro che hanno reso possibile lo straordinario successo del Convegno Nazionale di Domenica 8 Maggio 2011 al Grand Hotel Bristol di Genova:in particolare il Dottor Bruno Mellano-che ha portato il saluto e l'apprezzamento della Direzione Nazionale di RADICALI ITALIANI-i dieci Sponsor,Marco Pepè,il Maestro Paolo Albertelli,Marco Doria,la RAI,IL SECOLO XIX,il CORRIERE MERCANTILE,Don Andrea Gallo,gli Oratori,gli Ospiti d'Onore,la CART di Giuliano Ravera,l'Ordine degli Occultisti d'Italia e -in primis- l'Associazione Radicale Libertà è Partecipazione di Genova e Savona LEP (ovviamente) senza la quale nulla avrebbe potuto accadere.
Gli iscritti leppini si sono spesi con spirito di abnegazione e amore per la Causa e hanno adesso il legittimo orgoglio di avere regalato un Evento epocale a Genova,alla Liguria e all'Italia tutta.
Non risultano Eventi siffatti nei tempi pregressi- di matrice radicale- in area ligure.
Un Evento epocale che potrà essere replicato.
2/Due cene "radicali" -ma aperte a quanti interessati- sono programmate a Genova e Roma.
Sabato 21 Maggio 2011 presso il noto ristorante gestito dalla Comunità di San Benedetto (GE) -ore 20,30-e Sabato 11 Giugno a Roma,presso il noto e spassoso ristorante "Mamutones" di Piazza Monte Gennaro,ore 21.
3/Sabato 11 Giugno avrà anche luogo il Congresso Radicale degli "Antiproibizionisti" -sempre a Roma- capitanati dalla dinamica e propositiva Claudia Sterzi,persona di grande pregio,speranza dei radicali tutti e grande amica della LEP.
Recherò al Congresso -personalmente- il caldo saluto della Associazione ed esorto ancora una volta ad appoggiare la candidatura casertana di Claudia (e fortemente anche quella di Silvio Viale).
Gli amici della LEP vanno sempre e comunque appoggiati.
4/Chi può,partecipi anche al Congresso e magari aderisca -perchè no?- a questa importante Associazione Radicale.
Claudia è Leppina Onoraria.
A Roma sarò facilmente rintracciabile per ogni evenienza al mio abituale Relais Fontana di Trevi,a pochi metri dalla sede radicale di Torre Argentina.
Su internet troverete i dati del Relais.
Un caro saluto e un forte abbraccio per Voi tutti!
Viva Gabriele Giardina!Viva la LEP!
 
Dottor Marco Belelli
T. 3386466364 o 3484450555
Blog Ufficiale:http://radicalilep.ilcannocchiale.it/




21 maggio 2011

NOMINATA LA NUOVA GIUNTA RADICALE DOPO IL TRIONFALE CONVEGNO NAZIONALE DI GENOVA.

 

 

Associazione Radicale Libertà è Partecipazione di Genova e Savona LEP

Genova,11 Maggio 2011

Ufficio  Stampa e Propaganda

NOMINATA LA NUOVA GIUNTA RADICALE

Nel corso della Assemblea straordinaria svoltasi in data odierna a Palazzo
Tursi,il Segretario -Dottor Marco Belelli- ha evidenziato lo straordinario
successo registrato dalla LEP in occasione del Convegno Nazionale di Domenica 8
Maggio 2011:un successo che non ha precedenti in terra ligure.
A norma dell'articolo 3,comma 2,dello Statuto LEP,ha inoltre provveduto alla
nomina della nuova Giunta di Segreteria che è chiamata a compiti delicati e
gravosi:tra questi,la gestione della campagna elettorale 2012 in Genova.
La nuova Giunta risulta così costituita:
Paolo Albertelli,Giovanni Cattaneo,Rinetta Dolfi,Umberto Froncillo,Giovanni
Lucerna,Francesco Mancuso,Natalia Porada.
Tesoriera la dinamica Radicale Storica Luisa Stirone,rieletta alla unanimità al
prestigioso incarico nel corso della Assemblea straordinaria svoltasi al Grand
Hotel Bristol Palace Domenica 8 Maggio 2011.
Nella stessa occasione -come è noto- ,su proposta di Paolo Albertelli,è stato rieletto alla unanimità Segretario della LEP il Dottor Marco Belelli.

 


http://www.radicali.it/20110509/atti-conclusivi-del-convegno-nazionale-della-lep-di-genova


PER ULTERIORI DETTAGLI E PER CHIARIMENTI CIRCA ALCUNE INESATTEZZE PRESENTI
NELL'ARTICOLO DE IL SECOLO XIX -PER ALTRO MOLTO AMICHEVOLE E BEN
SCRITTO-CONSIGLIAMO DI ANDARE SUL BLOG UFFICIALE DELLA LEP.
SI NOTI CHE IL CONVEGNO NAZIONALE E L'ASSEMBLEA STRAORDINARIA LEP SI SONO SVOLTE DOMENICA OTTO MAGGIO 2011.
I CONVEGNISTI HANNO TRIBUTATO SCROSCIANTI APPLAUSI AL DOTTOR BRUNO MELLANO-CHE HA PORTATO IL SALUTO DELLA DIREZIONE NAZIONALE DI RADICALI ITALIANI ALLA LEP E AL SUO SEGRETARIO-
NONCHE' A CLAUDIA STERZI,SERGIO ROVASIO E PAOLO MUSUMECI.



sfoglia     gennaio       
 







Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom